Avviso Fiere 2018

Proroga Avviso Pubblico per la presentazione di progetti di internazionalizzazione mediante la partecipazione a Fiere internazionali - 2018

Aggiornamento: in data 24 luglio 2018, sul BURU Serie Avvisi e Concorsi - Anno 49° - Numero 35, è pubblicata una ulteriore modifica all'art. 4, elenco delle manifestazioni fieristiche, e dell'art. 9, con una proroga della scadenza dell'avviso al 3 agosto 2018, alle ore 13,00.

In data 26 giugno 2018, sul BURU Serie Avvisi e Concorsi - Anno 49° - Numero 30, è pubblicata una modifica all'art. 4, elenco delle manifestazioni fieristiche, ed è prevista una proroga della scadenza dell'avviso al 27 luglio 2018, alle ore 13,00.

In data 2 maggio 2018, sul BURU Serie Avvisi e Concorsi - Anno 49° - Numero 17 è stata pubblicata una modifica all'art. 4, elenco fiere, ed una rettifica dell'art.11, relativo a compilazione e invio della domanda.

 

Internazionalizzazione. Pubblicato da Sviluppumbria, nel Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Avvisi e Concorsi - n. 13 del 20 marzo 2018, l’Avviso Pubblico per la presentazione di progetti di internazionalizzazione mediante la partecipazione a Fiere internazionali - 2018.

In attuazione delle disposizioni contenute nell’Asse III (Competitività delle PMI) del POR FESR 2014-2020, Azione 3.3.1. “Progetti di promozione dell’export destinati a imprese e loro forme aggregate individuate su base territoriale o settoriale”, è stato pubblicato da Sviluppumbria, nel Supplemento ordinario n. 2 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Avvisi e Concorsi n.13 del 20 marzo 2018, l’Avviso rivolto alle micro, piccole e medie imprese (MPMI), localizzate sul territorio regionale, per favorire l’internazionalizzazione e la promozione dell’export. Sviluppumbria opera, nella gestione di fondi POR FESR 2014-2020, per conto della Regione Umbria, in qualità di Organismo Intermedio, applicando le normative nazionali e comunitarie, attraverso lo strumento definito “SI.GE.CO”.


L’Avviso consente la concessione di agevolazioni sotto forma di contributi a fondo perduto, ai sensi del Regolamento n. 1407/2013 della Commissione relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato agli aiuti d’importanza minore “de minimis”, sostenendo i beneficiari che presentano un progetto di internazionalizzazione, che preveda la partecipazione a 1 o più fiere internazionali, fino a un massimo di 4, per sostenere lo sviluppo verso mercati esteri. Ciascuna impresa può presentare una sola domanda, corrispondente al proprio progetto di internazionalizzazione, che deve prevedere la partecipazione a 1 o più fiere, nel limite sopra previsto, con svolgimento in data successiva alla presentazione della domanda, tenuto conto che:
-    se il progetto di internazionalizzazione prevede la partecipazione a 2 o più fiere potrà essere ammessa la richiesta di partecipazione a una sola fiera svolta in data antecedente a quella di presentazione della Domanda;
-    se il progetto di internazionalizzazione prevede solamente la partecipazione a 1 fiera svolta in data antecedente la presentazione della domanda, la Domanda sarà considerata non ammissibile.

L’elenco delle manifestazioni fieristiche finanziabili è parte integrante dell'Avviso pubblico (articolo 4) e s.m.i.

La presentazione della domanda potrà avvenire esclusivamente in via telematica tramite PEC all’indirizzo di Sviluppumbria (sviluppumbria@legalmail.it) a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria - BURU, e fino alle ore 13,00 del 27 luglio 2018, salvo esaurimento delle risorse disponibili di cui all’art. 3, e secondo le modalità previste nell’Avviso.


Come previsto nell’Avviso, all’articolo 18, “Obblighi di informazione e pubblicità”, sui materiali realizzati e sito web deve obbligatoriamente essere specificato che l’intervento è stato realizzato con il sostegno dei Fondi “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.3.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto di internazionalizzazione 2018”, inserendo anche la stringa dei loghi, tenuto anche conto dal Programma e dalla Strategia di Comunicazione assunta dall’Autorità di Gestione in relazione al cofinanziamento dell’operazione a valere sul POR FESR 2014-2020 (http://www.regione.umbria.it/programmazione-fesr/beneficiari-finali).
In tutti i casi l’impresa deve adempiere a tutti gli obblighi di informazione di sua competenza così come disposto all’Allegato XII “Informazioni e comunicazioni sul sostegno fornito dai fondi” punto 2.2 del Reg. (UE) n. 1303/2013.


Di seguito è consultabile e scaricabile il supplemento al Bollettino Ufficiale contenente il testo completo dell’Avviso e sono presenti tutti gli allegati in formato editabile.


Attenzione: per eseguire correttamente la compilazione e l'invio della domanda e per le procedure di rendicontazione, si invitano le imprese ad attenersi strettamente a quanto richiesto dall'avviso. A tal fine, a breve saranno sotto elencate alcune domande e risposte che possono contribuire al chiarimento di eventuali dubbi.


Per qualsiasi ulteriore informazione e/o chiarimento contattateci.

contatti

 

Sede di Perugia - Telefono: 075 56811

Paolo Bordoni

Email: p.bordoni@sviluppumbria.it

Telefono: 075 5681274

 

Alessandra Donati

Email: a.donati@sviluppumbria.it

Telefono: 075 5681251

 

Alberta Niccolini

Email: a.niccolini@sviluppumbria.it

Telefono: 075 5681263

 

Sede di Terni - Telefono: 0744 80601

Sonia Argenti

Email: s.argenti@sviluppumbria.it

Telefono: 0744 806023

COORDINATORE AREA ATTIVITÀ INTERNAZIONALI, PATRIMONIO E MARKETING TERRITORIALE

 

Mauro Marini

Email: m.marini@sviluppumbria.it

Telefono: 075 5681231

La presentazione della domanda avverrà esclusivamente in via telematica tramite PEC all’indirizzo di Sviluppumbria (sviluppumbria@legalmail.it) a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria - BURU, e fino alle ore 13,00 del 30 giugno 2018, salvo esaurimento delle risorse disponibili di cui all’art. 3.

Non saranno considerate valide PEC aventi data e ora della ricevuta di accettazione rilasciata dal provider di PEC del proponente non rientranti nel periodo stabilito nell’art. 9 per la trasmissione.

La presentazione della domanda avverrà esclusivamente in via telematica tramite PEC all’indirizzo di Sviluppumbria (sviluppumbria@legalmail.it) a partire dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Umbria - BURU, e fino alle ore 13,00 del 30 giugno 2018, salvo esaurimento delle risorse disponibili di cui all’art. 3.

Non saranno considerate valide PEC aventi data e ora della ricevuta di accettazione rilasciata dal provider di PEC del proponente non rientranti nel periodo stabilito nell’art. 9 per la trasmissione.

Per GOURMET ASIA SHANGHAI – 16/18 MAGGIO 2018 si intende l'evento fieristico denominato SIAL, che si svolge a Shangai nel periodo 16-18 maggio 2018.

Nella Prima fase: dalla casella PEC del proponente dichiarata in domanda, dovrà essere inviata all’indirizzo sviluppumbria@legalmail.it, una PEC avente ad oggetto, a pena di esclusione, la dicitura “POR FESR 2014-2020, Az. 3.3.1 - Avviso Pubblico per progetto di internazionalizzazione – 2018 – denominazione impresa, con allegata la sola domanda di ammissione, compilata in tutte le sue parti secondo il format Allegato 1, cui dovrà essere apposta la firma digitale (con certificato in corso di validità) del legale rappresentante.

Nella Seconda fase: entro 7 (sette) giorni successivi la trasmissione della domanda avvenuta nella PRIMA fase, dovranno essere inviati gli allegati obbligatori. Dalla casella PEC del proponente, dichiarata in domanda, dovrà essere trasmessa, all’indirizzo sviluppumbria@legalmail.it, una PEC che a pena di esclusione dovrà contenere la seguente dicitura “POR FESR 2014-2020, Az. 3.3.1 - Avviso Pubblico per progetto di internazionalizzazione – 2018 Allegati alla domanda – denominazione impresa”.

 

Ai fini della validità della domanda di contributo fa fede esclusivamente la trasmissione telematica a Sviluppumbria effettuata con le modalità previste dall’avviso. Non saranno pertanto ritenute ricevibili le domande di contributo compilate e/o presentate con modalità diverse (a mano, tramite PEC diversa da quella dichiarata in domanda, tramite Raccomandata, etc).

La PEC dovrà contenere i seguenti allegati obbligatori previsti in domanda:

  • Dichiarazione “de minimis” - (secondo il format - Allegato 3) completa di copia di documento di identità in corso di validità del legale rappresentante del soggetto proponente. Nel caso di imprese proponenti controllate/controllante, dovrà essere aggiunta la “Dichiarazione “de minimis” II – (secondo il format - Allegato 4), anch’essa corredata di documento di identità del legale rappresentante dell’impresa controllata/controllante, e a firma del rappresentante legale della stessa impresa. Tutte le dichiarazioni dovranno essere trasmesse dall’impresa proponente. A tal fine si veda anche l’Allegato 3A), Istruzioni per gli allegati “de minimis”.
  • Copia dei preventivi di spesa, proposte di contratto o proposte di lettere di incarico dei fornitori per i beni/servizi richiesti secondo le spese ammissibili previste all’art. 5. Per l’acquisizione degli spazi espositivi e diritti connessi è necessario inviare copia del modello di iscrizione in fiera.

Nel caso di difformità di importo tra quanto dichiarato in domanda e quanto previsto nel preventivo di spesa o proposte di contratto o proposte di lettere di incarico dei fornitori per i beni/servizi verrà preso in considerazione ai fini della ammissione a contributo l’importo indicato in domanda. Solo nel caso in cui il preventivo sia di importo inferiore rispetto a quello riportato in domanda, verrà preso in considerazione, ai fini della ammissibilità della relativa spesa, quello indicato nel preventivo.

Ai fini della redazione e presentazione di ogni domanda di ammissione a contributo l’impresa dovrà disporre:

  • di una marca da bollo da € 16,00 da apporre sul frontespizio della domanda;
  • di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata, valido e funzionante;
  • del certificato di firma digitale del legale rappresentante, in corso di validità.

. Si, Con il presente Avviso si vuole sostenere i Progetti di internazionalizzazione presentati da MPMI umbre mediante la partecipazione a 1 o più fiere internazionali, fino a un massimo di 4, per sostenere lo sviluppo verso mercati esteri.

Ciascuna impresa può presentare solo una domanda, corrispondente al proprio progetto di internazionalizzazione che deve prevedere la partecipazione a 1 o più fiere, nel limite sopra previsto, con svolgimento in data successiva alla presentazione della domanda.

Si, ma solo ed esclusivamente per una singola fiera, rientrante in un progetto che ne preveda almeno due. Nello specifico:

  • se il progetto di internazionalizzazione prevede la partecipazione a 2 o più fiere potrà essere ammessa la richiesta di partecipazione a una sola fiera svolta in data antecedente a quella di presentazione della Domanda;
  • se il progetto di internazionalizzazione prevede solamente la partecipazione a 1 fiera svolta in data antecedente la presentazione della domanda, la Domanda sarà considerata non ammissibile.

No, Ai fini della validità della domanda di contributo fa fede esclusivamente la trasmissione telematica a Sviluppumbria effettuata con le modalità previste dall’avviso. Non saranno pertanto ritenute ricevibili le domande di contributo compilate e/o presentate con modalità diverse (a mano, tramite PEC diversa da quella dichiarata in domanda, tramite Raccomandata, etc).

L’impresa deve verificare l’ammissibilità del Codice Ateco 2007 dell’attività PREVALENTE presente in visura camerale, sulla base di quanto riportato nell’Allegato 2 dell’Avviso.

Si, purché rientranti nell’elenco delle fiere finanziabili del 2018 così come inserite nell’art. 4 dell’Avviso.
No, l’Avviso intende favorire la partecipazione unicamente a quelle fiere individuate nell’art. 4 dell’Avviso.

No, ciascuna impresa può presentare una sola domanda, relativa ad un progetto di internazionalizzazione che preveda la partecipazione ad una o più fiere, per un massimo di 4.

L’Avviso consente la concessione di agevolazioni sotto forma di contributi a fondo perduto, ai sensi del Regolamento n. 1407/2013 della Commissione relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato agli aiuti d’importanza minore “de minimis”, sostenendo i beneficiari che presentano un progetto di internazionalizzazione.

No, non sono ammissibili, sono considerate ammissibili unicamente le voci di spesa di cui all’articolo 5 dell’Avviso, come di seguito elencate:

  • spazio espositivo e diritti connessi;
  • inserimento dell’azienda nel catalogo dell’evento fieristico;
  • allestimento, pulizia stand e allacciamenti (energia elettrica, acqua, internet, ….);
  • realizzazione di materiale e/o di iniziative di tipo promozionale/commerciale (comprensivo di eventuale affitto sale) da utilizzare in fiera e strettamente riconducibili alla Fiera stessa, nella misura massima di 2.000,00 euro;
  • spese di spedizione di campionari e materiale espositivo effettuate prima dell’inizio della fiera.

No, non è ammesso il pagamento per contanti; le uniche modalità di pagamento ammesse sono quelle per le quali è possibile la tracciabilità dell’esborso finanziario così come previsto negli Articoli n. 15 e n. 16 dell’Avviso.

No, l’IVA non può, in nessun caso, essere considerata ammissibile a contributo.

No, non è prevista una graduatoria, in quanto l’ammissibilità delle domande è valutata secondo l’ordine cronologico di ricevimento delle stesse, identificato ai sensi dell’art. 10 dell’Avviso. L’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili previa verifica di ammissibilità ai sensi di quanto previsto dall’art. 12.

Si, ai fini della redazione e presentazione della domanda di ammissione a contributo l’impresa deve disporre di una marca da bollo da € 16,00, il cui numero di matricola e la data di emissione devono essere apposte sul modello di domanda.

Le agevolazioni di cui al presente Avviso non sono cumulabili con altri aiuti di Stato concessi dalla Regione, da altri enti pubblici (ad esempio Camere di Commercio), dallo Stato e dall'Unione europea per le medesime iniziative, ad eccezione degli incentivi fiscali per le MPMI.

Il beneficiario ammesso a contributo dovrà controfirmare con firma digitale (con certificato in corso di validità) del legale rappresentante l’Atto di concessione e a rinviarlo, entro 15 giorni, unitamente all’Atto di adesione (Allegato 6) a mezzo PEC a sviluppumbria@legalmail.it avente ad oggetto, la seguente dicitura “POR FESR 2014-2020, Az. 3.3.1 - Avviso Pubblico per progetto di internazionalizzazione 2018 – Invio Atto di Concessione controfirmato per accettazione -denominazione impresa”.

Il beneficiario sottoscrive l’accettazione del contributo, consapevole che le dichiarazioni sottoscritte in sede di presentazione della domanda, nelle modalità di cui agli artt. 9 e segg. del presente avviso, sono rese sotto la sua responsabilità, ai sensi del DPR n. 445/2000. Si precisa che tali dichiarazioni saranno oggetto di controllo a campione e comporteranno la revoca del contributo, ai sensi dell’art. 20, se risulteranno mendaci.

A conclusione dell’attività per la quale sono state ammesse al contributo, le imprese sono tenute a rendicontare, entro 90 giorni dal termine del progetto di internazionalizzazione presentato e ammesso, le spese sostenute, per un importo di spesa ritenuta ammissibile pari almeno al 70% dell’importo di spesa concesso, intendendosi per tale, l’importo comunicato nell’atto di concessione, pena la revoca del contributo ai sensi dell’art. 20.

E’ facoltà del beneficiario di richiedere un proroga motivata di 30 giorni, per cause non direttamente a lui imputabili, per la rendicontazione del progetto, previa comunicazione a Sviluppumbria Spa a mezzo pec a sviluppumbria@legalmail.it, entro i il termine essenziale sopra indicato di 90 giorni dalla scadenza del progetto.

La rendicontazione dovrà essere effettuata per il tramite del sistema SMG-FESR 2014-2020 ed esclusivamente ad opera dal legale rappresentante dell’impresa beneficiaria collegandosi alla URL http://smg2014.regione.umbria.it. Per poter operare il legale rappresentante, dopo essersi registrato al Sistema di Identità Digitale "FED-Umbria”, dovrà collegarsi al sito http://smg2014.regione.umbria.it e procedere a richiedere l’abilitazione ad operare tramite la funzione “Abilitazione beneficiario”.

A conclusione dell’attività per la quale sono state ammesse al contributo, le imprese sono tenute a rendicontare, entro 90 giorni dal termine del progetto di internazionalizzazione presentato e ammesso, le spese sostenute, per un importo di spesa ritenuta ammissibile pari almeno al 70% dell’importo di spesa concesso, intendendosi per tale, l’importo comunicato nell’atto di concessione, pena la revoca del contributo ai sensi dell’art. 20.

E’ facoltà del beneficiario di richiedere un proroga motivata di 30 giorni, per cause non direttamente a lui imputabili, per la rendicontazione del progetto, previa comunicazione a Sviluppumbria Spa a mezzo pec a sviluppumbria@legalmail.it, entro i il termine essenziale sopra indicato di 90 giorni dalla scadenza del progetto.

La documentazione necessaria per ottenere l’approvazione della rendicontazione da parte di Sviluppumbria comprende obbligatoriamente, a pena di revoca:

  • relazione (Allegato 7, Modello feedback), firmato digitalmente dal legale rappresentante, sui risultati ottenuti, corredata da documentazione comprovante l’effettiva partecipazione alla manifestazione fieristica (es. biglietto di entrata in fiera, documentazione fotografica e video, materiale informativo realizzato tenuto conto di quanto prescritto dal Reg. n. 1303/2013 sugli obblighi di informazione sulla natura dei fondi);
  • documentazione comprovante l’assolvimento degli obblighi di informazione sulla natura dei fondi, di cui al Reg. n. 1303/2013, così come meglio descritti all’art.18;
  • copia dell’originale dei titoli di spesa (fatture o documenti contabili equipollenti) sui quali documenti originali sia stata apposta la seguente dicitura: “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.3.1 – Avviso Pubblico per progetto di internazionalizzazione 2018 -  contributo di Euro ………………..”, tenuto conto di quanto previsto dall’art. 18 per gli eventi fieristici già effettuati.
  • documentazione comprovante il pagamento, rappresentata da copia di estratto conto bancario o postale, dal quale si evidenzi l’effettivo e definitivo esborso finanziario. Nel caso di assegno, occorre presentare copia dello stesso e allegare certificazione bancaria (evidenza sull’estratto conto) per comprovare l’avvenuta estinzione del titolo. Nel caso di pagamenti con carta di credito, si specifica che quest’ultima deve essere in carico al conto corrente aziendale e intestata al beneficiario;
  • la dimostrazione dell’eventuale (se previsto in domanda) inserimento nel/nei cataloghi dell’evento fieristico per il quale è stato richiesto il contributo.

Sono ammissibili variazioni di spesa esclusivamente tra le voci di cui all’art. 5 relative alle spese sostenute per la medesima fiera, ed in coerenza con quanto previsto dall’art. 7, comunque nei limiti del massimale delle somme ammesse a contributo.

In nessun caso l’IVA può essere considerata ammissibile a contributo.

No. Sono ammissibili variazioni di spesa esclusivamente tra le voci di cui all’art. 5 relative alle spese sostenute per la medesima fiera, ed in coerenza con quanto previsto dall’art. 7, comunque nei limiti del massimale delle somme ammesse a contributo.

La documentazione comprovante il pagamento delle spese ammesse è rappresentata da copia di estratto conto bancario o postale, dal quale si evidenzi l’effettivo e definitivo esborso finanziario. Nel caso di assegno, occorre presentare copia dello stesso e allegare certificazione bancaria (evidenza sull’estratto conto) per comprovare l’avvenuta estinzione del titolo. Nel caso di pagamenti con carta di credito, si specifica che quest’ultima deve essere in carico al conto corrente aziendale e intestata al beneficiario.

Sono ammissibili variazioni di spesa esclusivamente tra le voci di cui all’art. 5 relative alle spese sostenute per la medesima fiera, ed in coerenza con quanto previsto dall’art. 7, comunque nei limiti del massimale delle somme ammesse a contributo.

I beneficiari dei contributi del presente Avviso sono obbligati, in materia di informazione e pubblicità delle operazioni finanziate nell’ambito del POR FESR, al rispetto di quanto stabilito dall’art.115 del Regolamento (UE) n. 1303/2013, ed in particolare dovranno:

  1. Durante l'attuazione di un'operazione, informare il pubblico sul sostegno ottenuto dai fondi, fornendo, sul sito web del beneficiario, ove questo esista, una breve descrizione dell'operazione, in proporzione al livello del sostegno, compresi le finalità e i risultati, ed evidenziando il sostegno finanziario ricevuto dall'Unione o collocando almeno un poster con informazioni sul progetto (formato minimo A3), che indichi il sostegno finanziario dell'Unione, in un luogo facilmente visibile al pubblico, come l'area d'ingresso di un edificio;
  2. presentare la documentazione idonea, (anche fotografica, video, etc) che comprovi in maniera inequivocabile l’avvenuta partecipazione alla Fiera. Tutta la grafica e le comunicazioni adottate dall’impresa beneficiaria devono riportare i loghi e quanto previsto dal Programma e dalla Strategia di Comunicazione del POR FESR 2014-2020, adottato dalla Regione Umbria e pubblicato sul sito istituzionale di Sviluppumbria, come indicato anche all’art. 15. In ogni caso dovrà essere inserito quanto sopra riportato in qualsiasi documento o materiale di diffusione presso il pubblico, indicando la fonte di cofinanziamento dell’iniziativa realizzata. Sui materiali realizzati e sito web deve obbligatoriamente, essere specificato che l’intervento è stato realizzato con il sostegno dei Fondi “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.3.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto di internazionalizzazione 2018”, inserendo anche la stringa dei loghi scaricabile sul sito web Sviluppumbria, tenuto anche conto dal Programma e dalla Strategia di Comunicazione assunta dall’Autorità di Gestione in relazione al cofinanziamento dell’operazione a valere sul POR FESR 2014-2020 (http://www.regione.umbria.it/programmazione-fesr/beneficiari-finali).

In considerazione del fatto che gli obblighi di Informazione e Pubblicità valgono anche per gli eventi fieristici realizzati antecedentemente la pubblicazione del presente Avviso, tenuto comunque conto di quanto specificato all’art.4, si precisa che, esclusivamente rispetto alla fiera alle quale il beneficiario abbia partecipato precedentemente alla data di presentazione della domanda, dovrà essere prodotta ogni attestazione utile a comprovare l’effettiva partecipazione alla fiera per cui si richiede il contributo. Sul sito web del beneficiario, laddove esistente, dovrà essere data evidenza che la partecipazione alla fiera è stata realizzata con il sostegno dei Fondi “POR FESR Umbria 2014-2020 – Az. 3.3.1 – Avviso Pubblico per partecipazione a Fiere Internazionali 2018”, inserendo anche la stringa dei loghi scaricabile sul sito web Sviluppumbria con indicazione della Fiera.

In tutti i casi l’impresa deve adempiere a tutti gli obblighi di informazione di sua competenza così come disposto all’Allegato XII “Informazioni e comunicazioni sul sostegno fornito dai fondi” punto 2.2 del Reg. (UE) n. 1303/2013.

L’impresa beneficiaria deve sempre controllare che tutta la documentazione caricata sul sistema sia perfettamente leggibile in ogni sua parte. Nel caso di scansioni mal riuscite, è necessario ripetere l’operazione prima di caricare la documentazione sul sistema. In mancanza, verrà ritenuta irricevibile.

Nel sistema di rendicontazione SMG-FESR 2014-2020 (URL http://smg2014.regione.umbria.it) deve essere caricata obbligatoriamente una documentazione idonea (anche video, etc), in grado di comprovare in maniera inequivocabile, l’avvenuta partecipazione alla Fiera.