Patrimonio Immobiliare della Regione Umbria

Patrimonio Immobiliare della Regione Umbria

Sviluppumbria svolge, in conformità ai poteri statutari, nonché di quanto disposto dalla L.R. 1/2009, art.2, comma 4, lett. H, l'attività di gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare  di proprietà regionale, progettando anche forme di promozione, marketing ed attrazione investimenti.

Il patrimonio della Regione è composto da compendi immobiliari e terreni, classificati in Patrimonio Indisponibile (proveniente per lo più da ex Azienda di Stato per le Foreste Demaniali, Opere Pie, Opera Universitaria), Patrimonio Disponibile (ex APT, ex Esau), Patrimonio Demaniale (ex FCU, ex ANAS, Porti Lacuali, Consorzi di bonifica).

Sono oltre 700 i compendi immobiliari dislocati in tutta la Regione, che comprendono complessi a volte costituiti da più fabbricati, e quasi 260.000 ettari di terreni, per lo più classificati come indisponibili.

E’ ormai riconosciuto a tutti i livelli, politico/istituzionale ed economico, come il patrimonio immobiliare pubblico costituisca una risorsa di enorme importanza.

I beni pubblici, infatti, oltre a costituire un presidio territoriale imprescindibile, ed a rappresentare la testimonianza di una identità culturale, rappresentano anche importantissimi asset nel mercato immobiliare ed una potenziale fonte di reddito per l’Ente pubblico proprietario.

Tutto ciò impone strategie gestionali e di valorizzazione coerenti con l’intero quadro di riferimento e realistiche, per andare incontro alle scelte economicamente e socialmente migliori.

Per approfondimenti consulta il sito dedicato: www.vetrinaimmobiliare.regione.umbria.it

contatti

 

Emanuela Malizia

Email: e.malizia@sviluppumbria.it

Telefono: 0742 32681

Coordinatore Area Attività Internazionali, Patrimonio e Marketing Territoriale
 

Mauro Marini

Email: m.marini@sviluppumbria.it

Telefono: 075 56811

collegamenti