archivio news

Programma Innetwork

News Innetwork

Webinar “Industria per un’economia circolare e pulita”

Webinar “Industria per un’economia circolare e pulita”. Industria per un’economia circolare e pulita nella call 2020 del Green Deal europeo, questo il tema al centro del webinar realizzato da Sviluppumbria in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia per incentivare la partecipazione delle imprese umbre a progetti di ricerca e innovazione.. Davide Amato, capo settore presso la DG Ricerca e Innovazione della Commissione europea, dopo una relazione introduttiva sulla call di Horizon per il “Green Deal” europeo che prevede un miliardo di euro di fondi disponibili per progetti in 10 ambiti (otto tematici e due trasversali: lotta al cambiamento climatico, energia pulita, economia circolare nell’industria, edifici eco-efficienti, mobilità sostenibile, produzione e consumi sostenibili, biodiversità ed ecosistemi, lotta all’inquinamento e alle sostanze tossiche, rafforzamento delle conoscenze e responsabilizzazione dei cittadini), ha focalizzato la propria attenzione sull’area tematica 3 “Industria per un’economia circolare e pulita”. Tale area tematica prevede due sfide: 1) convertire le emissioni di CO2 in carburanti energetici utilizzando energie rinnovabili e sistemi catalitici; 2) dimostrare la fattibilità di soluzioni sistemiche per lo sviluppo territoriale dell’economia circolare. Il primo topic ha un budget complessivo di 80 milioni di euro, il secondo 60 milioni. Ciascuna proposta progettuale, da presentarsi entro il 26 gennaio 2020, dovrà prevedere il coinvolgimento di almeno tre entità legali di tre stati membri e sarà valutata sulla base di tre elementi: eccellenza scientifica (ovvero contenuto dell’idea), impatto atteso sulla società e sull’economia, gestione del progetto da parte del team. Roberta De Carolis, ricercatrice presso il Dipartimento Sostenibilità di ENEA, ha evidenziato il ruolo delle imprese nella transizione verso l’economia circolare ed illustrato le opportunità connesse alla partecipazione alla Piattaforma di simbiosi industriale (http://www.industrialsymbiosis.it/piattaforma) e alla Piattaforma Italiana degli attori per l'Economia Circolare (ICESP https://www.icesp.it/la-piattaforma). Positivi i feedback dei partecipanti, quasi 60 le iscrizioni registrate tra imprese, consulenti e associazioni datoriali, per questa iniziativa che ha voluto mettere insieme ricerca, innovazione e economia circolare. Clicca qui per rivedere la registrazione del webinar Clicca qui per scaricare le slide presentate da Davide Amato Clicca qui per scaricare le slide presentate da Roberta de Carolis


Bioeconomia - best Practice

Il report fornice una panoramica sui progetti cofinanziati dall'Unione Europea o da centri di ricerca universitari di vari paesi europei, per rispondere alle esigenze del mercato e sensibilizzare gli stakeholder , imprese, enti, amministrazioni pubbliche e private, cittadini - su una tematica cruciale per le società altamente industrializzate ed informatizzate, quella della crescita sostenibile.


Circular Economy: how to apply it in the context of EU Green Deal

Il 23 settembre ENEA ha organizzato un evento dal titolo ‘Circula Economy: how to apply in the Context of Eu Green Deal’, nell’ambito dell'edizione digitale 2020 di INERTIA - REMTECH Expo. Scarica il programma Scarica il Report

Missioni di Horizon Europe

La Commissione Europea persegue parte della sua visione politica attraverso i 3 pilastri di Horizon Europe: Excellent Science, Global Challenges and European Industrial Competitiveness e Innovative Europe. La visione è coinvolgere e rendere partecipi i cittadini negli obiettivi e nelle sfide europee e globali. Attraverso le Key Strategic Orientation si stabiliscono gli obiettivi strategici, sottostanti ai pilastri di Horizon Europe. Le key strategic orientation dovrebbero condurre a degl’impatti attesi su società, ambiente, economia e scienza attraverso l’innovazione fornita dal settore di Ricerca e Sviluppo. Scarica il Report

GIURI - Programma evento sinergie

Partendo dal lavoro che la Commissione ha avviato per creare più forti sinergie tra il nuovo programma per la R&I Horizon Europe e i Fondi strutturali e di investimento europei, Il GIURI - Gruppo Informale degli Uffici di Rappresentanza Italiani a Bruxelles, attraverso il suo gruppo di lavoro sinergie e in collaborazione con URC - Coordinamento degli uffici delle Regioni e delle Province Autonome italiane a Bruxelles, ha organizzato il 17 settembre un incontro operativo con l’obiettivo di illustrare le opportunità collegate ai nuovi regolamenti, le diverse possibili forme di sinergie previste e i vari aspetti legati alla effettiva attuazione delle sinergie.
Continua a leggere ->

Verso Horizon Europe: contesto, mission e partnership

L'Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con AUR - Sportello APRE Umbria e la rete dei Soci regionali APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea), ha organizzato il 29 settembre un webinar dal titolo "Verso Horizon Europe: contesto, mission e partnership".
Continua a leggere ->

Innovation Fund Large Scale Projects

I progetti che saranno finanziati dal presente invito a presentare proposte InnovationFund dovranno contribuire alla transizione verso un'economia neutrale dal punto di vista climatico e al conseguimento degli obiettivi politici fissati nella comunicazione della Commissione europea "Un pianeta pulito per tutti - Una visione europea strategica a lungo termine per una visione prospera, moderna, competitiva e neutrale dal punto di vista climatico, anche in riferimento al Green Deal europeo.
Continua a leggere ->

Innovative medicines initiative

L'iniziativa per i medicinali innovativi è un partenariato finanziato congiuntamente tra l'Unione europea, rappresentata dalla Commissione europea e Federazione europea delle industrie e delle associazioni farmaceutiche (EFPIA).
Continua a leggere ->

Intelligenza artificiale

Il presente report riporta alcune best practice relative alla frontiera tecnologica dell’intelligenza artificiale. Esso si basa principalmente su progetti cofinanziati dall’Unione Europea per sensibilizzare i vari stakeholder (imprese, enti, amministrazioni pubbliche e private, cittadini) su una tematica cruciale per le società altamente industrializzate ed informatizzate.


L’Eco-Innovazione un nuovo modello di sviluppo

L'eco innovazione esprime un principio complesso ed estremamente rivoluzionario che rappresenta una nuova strada rispetto al concetto di innovazione così come lo conosciamo. Si tratta di una nuova filosofia, di un nuovo modo di intendere la ricerca, scientifica ma anche sociale ed economica perché su di essa si basa la ridefinizione di prodotti, di modi di produzione, di consumo, di sistemi organizzativi, di modelli di business, di modelli di governo dei sistemi politici ed economici, con un unico, grande, ambizioso obiettivo: tutelare il pianeta terra cambiando il nostro modo di vivere per garantire un futuro all'umanità. L’eco innovazione si riferisce a tuttele forme di innovazione, tecnologica e non, che creano opportunità commerciali e apportano benefici all’ambiente prevenendone o riducendone l’impatto o ottimizzando l’uso delle risorse anche modificando i sistemi di produzione e di distribuzione, i modelli di business attraverso una nuova sensibilità e consapevolezza a livello politico e decisionale.