Area di Crisi ex-Merloni

Area di crisi ex-Merloni - storico

 

              
 

Avviso pubblico per Area di crisi complessa "ex-Merloni"

(Comuni di: Assisi, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Costacciaro, Foligno, Fossato Di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Spello, Spoleto, Trevi, Valfabbrica, Valtopina)


Interventi di sostegno alle aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive, finalizzati alla mitigazione degli effetti delle transizioni industriali sugli individui e sulle imprese.

__________________________________________________________________

16/12/2020: LEGGE 181/89 - Nuovo avviso per l'Area di Crisi "Ex Merloni"  

Invitalia ripropone la legge 181/89 dedicata all'Area di crisi "Ex Merloni".

Di seguito si forniscono gli elementi di sintesi del nuovo avviso e le slides di presentazione utilizzate nel corso del webinar del 16/12/20.

Dotazione finanziaria:

€ 21.643.595 euro
di cui:
• € 12.554.817,80 alla Regione Marche
• € 9.088.777,53 alla Regione Umbria

Finalità del nuovo avviso:

- l’ampliamento della base dei potenziali soggetti beneficiari
- la semplificazione delle procedure di accesso ai finanziamenti
- la valorizzazione dei progetti di particolare rilevanza strategica

Le principali novità:

  • Riduzione da € 1.500.000,00 ad € 1.000.000,00 dell’importo minimo delle spese ammissibili per l’accesso alle agevolazioni
  • Inserimento delle reti di impresa tra i soggetti beneficiari
  • Introduzione degli aiuti alla formazione del personale, ai sensi dell’art. 31 del Regolamento GBER
  • Percentuale di finanziamento agevolato concedibile tra il 30% ed il 50% delle spese d’investimento ammissibili, a scelta dell’impresa, con conseguente aumento delle aliquote di fondo perduto (laddove possibile)
  • Procedure semplificate per l’accesso alle agevolazioni delle Piccole Imprese con investimenti inferiori ad € 1.500.000,00

Presentazione domande:

Data di apertura sportello: 20 gennaio 2021 ore 12:00 A condizione dell’avvenuta registrazione presso la CdC dell’Atto Integrativo dell’AdP del 9 ottobre 2020. Invitalia comunicherà sul proprio sito l’eventuale mancata registrazione entro il 17 gennaio 2021 e gli eventuali nuovi termini per la presentazione delle domande.

I soggetti beneficiari:

Imprese italiane ed estere, costituite sotto forma di società di capitali, incluse società cooperative e società consortili, Reti di Imprese.

Requisiti principali: 

▪ Società già costituite - anche newco
▪ In regime di contabilità ordinaria
▪ Non sottoposte a procedure concorsuali oppure in liquidazione volontaria
▪ Essere in regola con le normative comunitarie e nazionali

Le Reti di impresa devo essere costituite mediante lo strumento del contratto di rete (art. 3 comma 4-ter del DL 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla L.9 aprile 2009, n. 33, e ss mm e ii).

I programmi e le attività ammissibili:

Tipologia di Programmi di Investimento:

▪ Investimenti Produttivi (nuove unità produttive, ampliamenti, riqualificazioni, acquisto attivi)
▪ Investimenti in Tutela Ambientale (art. 36-37-38-40-41-45-47 del GBER)
▪ Investimenti in Innovazione dell’organizzazione - max 20% dell’investimento ammissibile complessivo (art. 29 GBER)
▪ Investimenti in progetti per la Formazione del Personale - max 10% dell’investimento ammissibile complessivo (art. 31 GBER)

I Programmi di Investimento devono:

▪ essere di importo non inferiore a €/mln 1
▪ prevedere un incremento occupazionale da realizzarsi entro 12 mesi dal termine degli investimenti
▪ essere avviati dopo la presentazione della domanda e concludersi entro 36 mesi dalla data di stipula dei contratti concessori

Attività ammissibili

▪ manifattura
▪ servizi alle imprese
▪ estrazione di minerali da cave e miniere
▪ turistiche (codici Ateco 55 e 96.04)

Forma ed intensità delle agevolazioni:

Le agevolazioni sono riconosciute nel rispetto dei limiti previsti dal Regolamento UE 651/2014

Finanziamento Agevolato

▪ Tra il 30% e il 50% degli investimenti della spesa ammissibile
▪ durata 10 anni + max 3 di preammortamento
▪ tasso 20% del reference rate e comunque non inferiore allo 0,5%

Garantito da garanzie (ipoteca, fideiussione/polizza assicurativa e privilegio speciale) da acquisire sui beni agevolati

Contributo Conto Impianti

▪ Calcolato in sulla base del Finanziamento Agevolato e nel rispetto dell’ESL massimo concedibile

Contributo Diretto alla Spesa

▪ Relativo alle spese per consulenza (PMI) ed alle spese relative a progetti di Innovazione dell’Organizzazione e di Formazione

La somma del finanziamento agevolato, del contributo in conto impianti e del contributo diretto alla spesa non può essere superiore al 75% del Programma ammissibile.

Per i dettagli dell'Avviso si rimanda alla documentazione e al sito di Invitalia

Di seguito si fornisce il link per scaricare le SLIDES della Legge 181/89 presentate durante il webinar del 16 dicembre 2020.

__________________________________________________________________

__________________________________________________________________

SEZIONE DEDICATA AL PRECEDENTE AVVISO PUBBLICO AREA EX MERLONI (BURU DEL 31.5.2016)

ATTENZIONE: Con DGR n. 690 del 25.06.2018 avente ad oggetto” Avviso a sportello Area di crisi Merloni BURU Serie Avvisi e concorsi n. 23 del 31.05.2016- Scorrimento graduatoria e modifica tempi realizzazione investimento” la Regione Umbria  ha prorogato i termini per la realizzazione dei progetti al 31/10/2018 e consentito lo scorrimento della graduatoria in caso di rinunce, revoche e/o rideterminazioni di importi,  per il finanziamento delle imprese ammesse ma non finanziate per esaurimento della dotazione finanziaria.  

Clicca qui per effettuare il download della Deliberazione di Giunta Regionale

------------------------------------------

E' disponibile l'elenco delle imprese ammesse e non ammesse deliberate dal Consiglio di Amministrazione di Sviluppumbria S.p.A. 

------------------------------------------

Avviso pubblico

Il presente Avviso ha come obiettivo il supporto alle Micro, Piccole e Medie Imprese (PMI) che intendano realizzare progetti di investimento localizzati nell’area di crisi della A. Merloni S.p.A. in amministrazione straordinaria (comprendente i 17 Comuni  umbri: Assisi, Bastia Umbra, Bevagna, Campello sul Clitunno, Costacciaro, Foligno, Fossato Di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Nocera Umbra, Scheggia e Pascelupo, Sigillo, Spello, Spoleto, Trevi, Valfabbrica, Valtopina, di cui all’Accordo di Programma del 19/03/2010 così come modificato ed integrato con atto del 18/10/2012 e s.m.i.) conseguendo congiuntamente l’ampliamento della capacità produttiva.

L'Avviso prevede la concessione di agevolazioni nella forma del contributo a fondo perduto per le seguenti tipologie di spese:

a) suolo aziendale e sue sistemazioni;
b) opere murarie e assimilate (acquisto, costruzione, ampliamento, ristrutturazione, ecc.) infrastrutture specifiche aziendali;
c) macchinari impianti ed attrezzature, comprese le attrezzature ed utensili di prima dotazione necessarie e funzionali ai nuovi impianti acquisiti e fatturati dal medesimo fornitore contestualmente al bene principale cui afferiscono;
d) programmi informatici esclusivamente connessi alle esigenze di automazione e gestione tecnica del ciclo produttivo, accessori rispetto a macchinari, impianti ed attrezzature (sistemi CAD/CAM, programmi per macchine a controllo numerico o connessi all’automazione meccanica).

Dai link seguenti e' possibile scaricare:

Le domande andranno inviate a Sviluppumbria SpA con le modalità indicate negli artt. 8, 8.1, 8.2 dell'Avviso Pubblico. 

Nota bene: nel caso di PEC di invio della domanda inoltrate simultaneamente da diverse imprese (stesso mese, giorno, ora, minuto, secondo) si procederà ad un sorteggio al fine di determinare l'ordine di istruttoria delle stesse. 

_____________________________________________________________________________________________________

Società di leasing convenzionate alla data attuale:

- Unicredit Leasing S.p.A.

- Iccrea BancaImpresa

- MPS Leasing & Factoring 

- Sardaleasing S.p.A.

- Alba Leasing S.p.A.

contatti infopoint


Email dedicata aree di crisi: infopointterninarni@sviluppumbria.it

__________________________________________

Sviluppumbria Sede di Terni

Strada delle Campore, 13
05100 Terni

Orario sede:      
lun-gio 8.30 - 13.30  14.30 - 17.30
ven 8.30 – 13.30

Telefono: 0744 80601 - 0744 58542
PEC: sviluppumbria@legalmail.it 
 

Nicola Papi
Tel: 0744 8060.40
Email: n.papi@sviluppumbria.it

Paola Paccara
Tel: 0744 8060.22
Email: p.paccara@sviluppumbria.it

Luca Scorsolini
Tel. 0744 8060.45
Email: l.scorsolini@sviluppumbria.it 

Maria Rita Censini
Tel. 0744 8060.24
Email: m.censini@sviluppumbria.it

Giuseppina Baldassarri
Tel: 0744 8060.42
Email: g.baldassarri@sviluppumbria.it

__________________________________________

Sviluppumbria Sede di Foligno

Via Andrea Vici, 28

06034 Foligno (PG)

Orario sede:      
lun-gio 8.30 - 13.30  14.30 - 17.30
ven 8.30 – 13.30

Telefono: 0742 32681
PEC: sviluppumbria@legalmail.it 

Chiara Marinelli
Tel:  0742 3268.30
Email: c.marinelli@sviluppumbria.it

Marina Petrini
Tel:  0742 3268.00
Email: m.petrini@sviluppumbria.it

__________________________________________

Sviluppumbria Sede di Perugia

Via Don Bosco, 11
06121 Perugia

Orario sede:
lun-gio 8.30 - 13.30  14.30 - 17.30
ven 8.30 – 13.30

Telefono: 075 56811, Fax: 075 5722454
PEC: sviluppumbria@legalmail.it 
 

Giuseppina Baldassarri
Tel: 075 5681.205
Email: g.baldassarri@sviluppumbria.it

Giuseppe Barberi
Tel: 075 5681.250
Email: g.barberi@sviluppumbria.it 

Gian Luigi Aquilini
Tel: 075 5681.262
Email: g.aquilini@sviluppumbria.it
 

Coordinatore area servizi alle imprese